mercoledì 6 maggio 2015

FORGOTTEN FEELINGS 26





Il 15 maggio 1976, nella casa di campagna di Roberto Certani, c'era stato un torneo di pallavolo.





Roberto




A testimonianza di quell'occasione ho trovato una serie di listelli di negativi in bianco e nero dai quali, a suo tempo, non avevo ricavato che poche stampe.
Non saprei neppur dire chi avesse scattato la maggior parte delle fotografie, dal momento che quelli che abitualmente lo facevano - Roby Oggero, Renato Bertrandi, io - erano in campo.
Chiunque lo abbia fatto lo ha fatto comunque con una delle mie macchine perchè i negativi sono nel mio archivio. Dimenticati fino ad ora.
Stranamente di quel giorno ci sono anche due diapositive a colori,  due sole.
La prima è quella sopra, di Roberto, e l'altra ritrae Fabrizio Ferreri, ambedue nella stessa squadra quel giorno, ambedue che ci hanno preceduto nel viaggio misterioso.






Fabrizio alla battuta, Paolo Ferrando di spalle.





Erano stati allestiti due campi affiancati sui quali si erano affrontate un certo numero di squadre.






Difficile qui  sopra riconoscere, 
tranne Faffi Iorio sul margine sinistro,
Speedy a rete e Joe Zangelmi e Davide Grossi 
osservatori in fondo a destra.





Da sinistra riconosco Charlie Ferrari, Carlo Boggio, Franco Torello, Luca Remmert, Renato Bertrandi che sta per ricevere, Patrizio Simili.





Io rovescio  e Max Tamagno, con berretto, osserva.
Nell'altro campo una pausa apparentemente dovuta ad un contenzioso con l'arbitro (Giuggi).





Da sinistra, sullo sfondo, Franco Peraldo, non riconosco il ragazzo di spalle, poi Carlo Boggio, Luca Remmert in primo piano, Charlie Ferrari, Paolo Rolla.






Sempre da sinistra Massimo Ceratto, Franco Torello, Giugiaro arbitro, non riconosco quelli di spalle, poi Dado Rossotto e Batti Grassotti in primo piano che sta per "alzare".





Per quel che ricordo le squadre avevano una divisa, in alcuni casi elegante...





Roberto Certani, Paolo Ferrando, Fabrizio Ferreri.





Max Tamagno, Batti Grassotti, Gianni Sarti.





Non riesco a ricordare il nome dell'amico sulla sinistra, poi Filippo Giove con ginocchiere.




 
...in altri casi la divisa era più approssimativa...




Ugo Zani in ricezione sotto lo sguardo di Franco Peraldo.






Joe Zangelmi schiaccia.



La nostra squadra sfoggiava canotta e pantaloncini gialli, nonchè personalizzazioni sulla schiena.




Gianni Sarti copre e Giorgio Carezzana alla schiacciata.





Giuggi arbitro, Carlo Boggio e Danila Siravegna spettatrice.




Chiunque impugnasse la macchina fotografica ho notato che ha privilegiato alcune figure tralasciandone molte altre. Non credo che fosse in ragione della simpatia quanto piuttosto della posizione di ripresa, che ha pochissime varianti.





 Batti e Renato.






Speedy a muro.




Roby Oggero in ricezione




 Carezzana e al di là della rete Renato e Max. 
Questa non mi è chiara.
Ma non eravamo nella stessa squadra
di canottiere e braghette gialle ?





Batti osserva e Pit a muro.





Carezzana in battuta.





 Continuo a non riconoscere maglietta scura,
intanto Faffi Iorio salta a rete e
Daniele Merighi spunta sullo sfondo
dietro una sua coscia.




Naturalmente c'era anche un nutrito numero di spettatori, che però l'ignoto/a fotografo/a non ha preso in considerazione se non di sfuggita.




Di spalle Danila Siravegna e di profilo
Ugo Zani e Lorenzo (Lorillo) Montaldo.







E questi due pupetti, oggi quasi quarantenni,
di chi erano figli ?





Renato in ricezione sotto lo sguardo di
Paolo Ferrando dall'altro campo di gioco.






Filippo Giove in ricezione.





Speedy in battuta.





Da sinistra Dado Rossotto di spalle,
Paolo Rolla che passa sul fondo,
Fabrizio Ferreri respinge a modo suo,
Ferrando e Certani pronti.





Franco Torello, Luca Bossi che ha appena respinto,
e non riconosco la figura di spalle.





Roby Oggero e Luca Lovera spettatore.




 Daniele Merighi frontale,
i due di spalle non riesco a decifrarli.





Max alla battuta.




Pit, una la schiaccia...





...e l'altra la insacca.
Sullo sfondo, a sinistra Batti,
a destra Ceratto e Zangelmi.





Tutti di spalle.
A sinistra, con maglietta bianca,
Carlo Boggio, sulla palla Luca Remmert,
Dado Rossotto in primo piano.






...una sistematina...



...e poi via.










Ancora Fabrizio alla battuta.
Ferrando osserva. 
Qualcuno fa pipì, là in fondo.





Charlie con la lingua tra i denti mentre Renato
respinge. Sull'altro campo Patrizio Simili, poi
 Max  in allerta.




Alla fine - non ricordo quale squadra si fosse aggiudicata il torneo - avviandosi per il ritorno in città Max era finito in un fosso, con conseguente accorrere dei soccorsi.




Renato con maglietta a righe e Giulia Sarti
con berretto da base-ball.




Malgrado la buona volontà dei soccorritori
( si riconoscono tra gli altri perchè a favore
macchina Dado Rossotto e Franco Nucci)
si era reso necessario l'intervento di 
un provvidenziale contadino con il suo trattore...






 Renata Grappolo, Pit che scatta e Max.




Così è finita anche quella giornata.
Chiudo con loro due, con i quali ho iniziato.
Un altro passo del lungo viaggio verso casa è compiuto.




Nessun commento:

Posta un commento